Campania, al via il bando per la selezione dei tutori volontari per i minori stranieri non accompagnati

Con minore straniero non accompagnato si definisce un soggetto minorenne privo di cittadinanza italiana o di altri stati dell’ Unione Europea,  il quale non avendo provveduto ad una richiesta di asilo politico,  è presente per qualsiasi circostanza sul territorio dello Stato, in assenza di genitori o adulti che detengano per conto suo responsabilità legale, assistenza e rappresentanza. Secondo i dati promulgati dal Ministero del Lavoro e delle Politiche sociali sarebbero 16.348 i minori non accompagnati giunti in Italia fino a maggio 2017, 1.129 dei quali al di sotto dei 14 anni. Di questi solo 824 sono presenti in Campania, ovvero il 5% del totale.La Regione Campania ha pubblicato un avviso, sul sito dell’Autorità Garante per l’Infanzia e l’Adolescenza, per la selezione dei  volontari. Non è prevista una data di scadenza, ma si dovrà frequentare un corso della durata di 30 ore in modo da poter stabilire l’idoneità dell’eventuale tutore. Il corso è aperto a un massimo di 75 persone.  Qui di seguito l’avviso:

Read Article

Wendy è stata adottata!!!! Ha finalmente trovato una casa e una famiglia

Storia a lieto fine per la piccola Wendy, la cagnetta che circa 2 mesi fa aveva vegliato per due giorni interi il suo padrone, morto per infarto mentre era seduto su una sedia in cucina e ritrovato solo molte ore dopo. Rimasta orfana e senza casa, era stata affidata dai carabinieri al rifugio “Fido amico mio” portando con sé i segni evidenti del dolore vissuto. I primi giorni Wendy non mangiava, piangeva e desiderava solo stare in compagnia delle persone. Solo grazie all’amore di un’educatrice che l’ha riempita di coccole e attenzioni al rifugio e casa sua, Wendy ha ripreso a vivere. Ed è proprio lei che stamani è scoppiata in lacrime quando Angela,

Read Article

Coloriamo di blu un nostro monumento per Charlie

Le associazioni CitizenGO Italia, Steadfast, ProVita e Universitari per la Vita hanno chiesto a tutti i Comuni d’Italia di illuminare di blu i municipi o altri siti importanti delle loro città per solidarizzare con la causa della famiglia Gard e appoggiare il trasferimento del piccolo paziente all’Ospedale Bambin Gesù di Roma.

Per queste ragioni diversi comuni italiani tra cui Savona, Casalbordino, Perugia,

Read Article

“Il pescatore di idee” , la mia pagina facebook con storie, curiosità,  sorrisi e tanto altro

Quando la mia vicina, sentendosi la reincarnazione della Callas, non può fare a meno di allietare il mio dopopranzo con le sue strazianti grida oppure mamma violenta le mie orecchia col suo irrinunciabile desiderio di vedermi felicemente sposato prima di chiudere occhio, non mi resta altro che  indossare le infradito e costume, mettere la canna, l’esca e la maschera nella mia barchetta e rifugiarmi nella  mia isola. Appena arrivato armo la canna da pesca, mi siedo in riva al mare e con gli occhi rivolti all’orizzonte cerco di far abboccare

Read Article

Le parole del cuore e un premio sul nesso tra inquinamento e insorgenza del cancro per ricordare Giuseppe Ferraro.

Lunedì scorso il prof Brancaccio ha comunicato alla scrittrice Angela Romano che nel pomeriggio ci sarebbe stato l’ultimo saluto a Giuseppe Ferraro, lo studente del Liceo Quercia di Marcianise stroncato a 20 anni da una leucemia galoppante. La notizia ha toccato a tal punto  la sensibilità della Romano da spingerla a dedicare una poesia (qui di seguito)  e istituire un premio in nome del giovane della VG , solare, ottimista e appassionato di calcio . “Consapevole che ormai molti son desti ed ogni giorno  documenti atroci risvegliano l’obbligo di motivare giovani all’impegno ed all’attivismo- ha precisato la scrittrice Romano-  a titolo, prima personale e poi coinvolgendo le strutture a me collegate, grazie anche all’impegno del professore Giovanni Brancaccio,  superando le formule burocratiche e, per una volta,  chiedendo venia ma agendo con tempismo quasi irreale, mi sono permessa di istituire il  premio “Giuseppe Ferraro” per il miglior ricercatore giovane  tra gli studenti del Liceo Federico Quercia presieduto dal Dottore Diamante Marotta.

Gli studenti,  che il professore Giovanni Brancaccio ha selezionato per un lavoro di ricerca all’interno del Polo Scientifico internazionale “ Giovan Giacomo Giordano” – Educare i Giovani alla Ricerca- ha aggiunto la Romano- parteciperanno a tale premio in memoria del compagno mancato.

Chiedendo autorizzazioni alle sette del mattino-ha concluso –  abbiamo  costituito la Commissione che valuterà i risultati dei lavori e che nominerà il primo vincitore della borsa di studio “ Giuseppe Ferraro”.

La Commissione sarà presieduta dal Professore Antonio Giordano e formata dalla sottoscritta con Professore Giovanni Brancaccio, il Dottore Diamante Marotta e  la Professoressa Concetta Marino”. Attraverso il premio “Giuseppe Ferraro”,  istituito dalla scrittrice Angela Romano che vive e opera a Gallarate in qualità di presidente di ScuolaImpresa GlobalRete,  ideatrice e referente del Polo scientifico internazionale “Giovan Giacomo Giordano”, gli studenti del “Quercia “ saranno impegnati e motivati a  ricercare, indagare sui nessi tra inquinamento ambientale, di qualunque tipologia si tratti, e insorgenza di patologie tumorali.

 

A Giuseppe

 

Sortire

ed un po’ morire

cellule si spengono

la cognizione ti sorprende

 

Lo specchio invade il piccolo cosmo

abbassi le palpebre

solerte ti stupisce il sogno

Voglia di volare in assenza di peso

 

Desiderio di tornare

al lindo fiume

alla corrente trascinante

agli spazi siderali

ai sogni immutevoli

 

Questa creatura

lascia il solco della terra umida

infida e ruvida

si libra dentro misteri

mai svelati

 

Guarda ove roghi

infausti

esalano

miasmi di morte

impietose armi di distruzione

 

Oggi vedo

al di là delle palpebre chiuse

un esercito di angeli

Mi giungono parole di fuoco

e le ascolto immobile:

 

Scuotiamo i corpi!

Diamo forza alle gambe

per camminare decise.

Irrobustiamo le braccia

a ripulire un mondo osceno e scellerato

Costruiamo pilastri ed erogatori di energie

a nutrire menti ed azioni nuove.

Rafforziamo l’anima che si perde nell’impotenza

ove la lotta giace nella sconfitta di una giustizia

in fuga perenne.

 

ar – 12 Giugno 2017