Marcianise-Una nuova iniziativa di prevenzione prende avvio, nei giorni 16 e 17 marzo, presso la scuola secondaria di primo grado “S. G. BOSCO” di Marcianise, promossa dal gruppo di medici, volontari ed operatori sanitari che fanno parte della costituenda associazione “A Scuola di Prevenzione”. Dopo il successo del loro primo << CHECK UP DAY >>, svoltosi lo scorso dicembre presso l’I.S.I.S. “G. Ferraris”di Marcianise, riprende lo screening elettrocardiografico rivolto agli studenti in età compresa tra gli 11 e i 13 anni, al fine di riconoscere alterazioni elettriche cardiache a rischio. Il Dr. Vincenzo Letizia, medico chirurgo in qualità di promotore ed organizzatore dello screening, spiega: «L’obiettivo dell’iniziativa è quello di cercare di identificare con l’elettrocardiogramma i soggetti a rischio di aritmie gravi potenzialmente letali, che possono verificarsi anche in cuori normali dal punto di vista strutturale. Ai ragazzi delle scuole medie coinvolte viene chiesto se vi sia familiarità per morte improvvisa, se hanno avuto svenimenti (sincopi) o particolari sintomi dubbi. Questi elementi, confrontati con l’elettrocardiogramma, mezzo diagnostico impiegato nella pratica clinica da circa cent’anni, possono già darci informazioni utili per individuare anomalie elettriche del cuore, che vanno poi approfondite con ulteriori accertamenti”. “Ogni genitore – prosegue Antonio Zarrillo anch’egli promotore ed organizzatore – si preoccupa della salute dei propri figli, ma spesso si ritiene che le patologie legate al cuore riguardino l’età adulta. Invece, non sono rare le malattie insidiose che coinvolgono questo organo vitale e che, anche se raramente, in questa fascia d’età possono rappresentare la prima causa di morte improvvisa”. I primi ragazzi ad essere sottoposti ad elettrocardiogramma gratuito sono gli studenti dell’I.C. “DD2-BOSCO” di Marcianise, il cui dirigente scolastico, Prof.ssa Michelina Ambrosio, ha da subito accolto l’iniziativa con grande favore ed entusiasmo. “Ringrazio fortemente i medici cardiologi che hanno dato la loro gratuita disponibilità a valutare, a uno a uno, gli esiti degli elettrocardiogrammi somministrati ai nostri alunni per verificare la presenza o meno di aritmie di particolare gravità. Sono particolarmente lodevoli queste iniziative di volontariato a vantaggio delle famiglie e a tutela della salute delle giovani generazioni, soprattutto in un momento, come quello attuale, di particolare difficoltà sociale ed economica. La campagna di screening proposta dal Dr Letizia, condivisa e supportata dal Consiglio d’Istituto e dal nostro Presidente, l’ing. Giovanni Squeglia, ha riscosso l’ampia partecipazione e l’apprezzamento di alunni e genitori, e si va pienamente a collocare nell’ambito delle attività dell’educazione alla salute previste dal nostro istituto”. Conclude il Dr. Letizia: “L’evento è stato realizzato anche grazie all’apporto dei tirocinanti dell’Università “Luigi Vanvitelli”, Giuseppe Vinciguerra, Davide D’Errico, Simona Tracce, Angelica De Santis, e rientra nell’ambito di una forte campagna di informazione e sensibilizzazione verso le patologie cardiache in età pediatrica. E’ sempre più importante individuare sul nascere alcune patologie, per poterle curare nel modo più idoneo e prevenire le conseguenze più gravi”.

COMUNICATO STAMPA