MARCIANISE: IL COMUNE CERCA UN ESPERTO DI RENDICONTAZIONE (SCARICA DOMANDA)

Il Comune di Marcianise, soggetto capofila dell’Ambito C05 e dell’ATS per la realizzazione del progetto ‘A.V.A.N.T.I.’, finanziato con i fondi POR FESR Campania 2014/2020, seleziona un soggetto esterno per l’affidamento di un incarico di ‘Esperto di rendicontazione’.

Il professionista, sotto la direzione del RUP, dovrà svolgere una funzione di supporto alla struttura comunale ed ai partners di progetto per le attività di gestione amministrativo-contabile e di rendicontazione delle spese relative al piano in stretta collaborazione con i referenti regionali.

Il progetto ‘A.V.A.N.T.I.’ ha come obiettivo la promozione dell’inclusione sociale delle donne vittime di violenza, attraverso lo sviluppo delle competenze e il miglioramento dell’occupabilità, condizione indispensabile per attivare percorsi di inclusione attiva e integrazione sociale.

Qui di seguito  l’avviso di selezione con i requisiti e le modalità di partecipazione ed il modulo per la presentazione della domanda:

continua a leggere

Capodrise, Belfiore al Rione Marte: “Mai più soli”

CAPODRISE. Ieri pomeriggio, 21 settembre, Maria Belfiore è stata al rione Marte. «Un quartiere dimenticato – denuncia la candidata a sindaco di Alleanza per Capodrise –, dove non passa neppure lo scuolabus, dove si promettevano fiere dell’artigianato e installare una fontanina sembra più difficile che realizzare il ponte sullo Stretto di Messina. Chi abita da queste parti è arrabbiato, io sono più arrabbiata di loro. Esiste una sola Capodrise! Me lo sentirai ripetere fino alla noia, perché la vera barriera da abbattere non è il cavalcavia ferroviario, è il pregiudizio, è lo stigma. È ostinarsi a considerare – aggiunge –, in un territorio di appena tre chilometri quadrati, “periferia” un quartiere che ha una storia, una memoria, una dignità. L’ho detto a San Donato: lavoriamo insieme, partiamo dal senso di comunità, ritroviamoci. Poi, è chiaro che bisognerà rimettere mano all’area giochi per bambini; potenziare la viabilità, il trasporto pubblico e l’illuminazione; ripulire il ponticello di via Arciprete Acconcia, sistemare la piazzola della fermata dell’autobus. È chiaro che ci sarà tanto da fare! Ma, innanzitutto, ritroviamoci. Un signore mi ha chiesto una navetta, il martedì, per consentire agli anziani di andare al mercato e al cimitero. A volte – conclude Belfiore – per abbattere una barriera basta un’idea semplice».

 

Comunicato

 

 

 

 

 

 

 

 

 

MARCIANISE AL VIA LA DEFINIZIONE DELLE PRATICHE DI CONDONO EDILIZIO GIACENTI

Al via l’iter per la definizione di tutte le pratiche di condono edilizio ancora in giacenza presso l’Ente. L’Amministrazione comunale guidata dal sindaco Antonello Velardi ha pubblicato un avviso rivolto a tutti i titolari di istanze di condono della legge n. 47 del 28 Febbraio 1985, della legge 23 Dicembre 1994, n. 724 e della legge 24 Novembre 2003, n. 326, per sanare in tempi celeri le irregolarità edilizie e urbanistiche del proprio fabbricato.

Un provvedimento reso necessario dal termine imposto dalla Regione Campania per la definizione delle pratiche, previsto per il 31 dicembre 2021, ma anche per consentire ai cittadini di ottenere il titolo abilitativo in sanatoria, condizione indispensabile per accedere alle agevolazioni statali dell’ecobonus e sismabonus 110 %.

Le richieste dovranno essere inviate con gli estremi della pratica al protocollo del Comune via mail all’indirizzo protocollo@pec-marcianise.it entro il 10 novembre del 2021 e indirizzate al Settore Urbanistica, utilizzando il modello scaricabile all’indirizzo https://bit.ly/2Zmz463.

E’ possibile ottenere ulteriori informazioni telefonando al numero 0823/635222 o inviando una pec all’indirizzo mail ufficiotecnico@pec-marcianise.it.

“Con la nomina della commissione condono e l’avviso pubblicato l’Amministrazione guidata dal sindaco Antonello Velardi – ha affermato l’assessore all’Abusivismo Giuseppe Riccio – conferma la grande attenzione che ha nei confronti del territorio e del ripristino della legalità. Inoltre, con questo provvedimento otterremo un duplice risultato. I cittadini potranno regolarizzare le difformità urbanistiche e edilizie dei propri fabbricati e il Comune recupererà, attraverso il pagamento degli oneri concessori, importanti fondi per realizzare opere di primaria importanza in quei luoghi dove non erano previste costruzioni, restituendo dignità a importanti parti della città”

Comunicato

 

 

Elezioni, Topo: “Protocolli d’intesa con i quartieri. Con noi 10mila capodrisani in consiglio comunale”

Nel nostro consiglio comunale ci saranno 10mila capodrisani”. Lo dichiara il candidato sindaco di “Capodrise Futura” Filippo Topo proponendo un patto di governo con i cittadini che saranno chiamati a governare la città in prima persona.

“Lo schema è quello delle circoscrizioni – spiega Topo – Sarà compito della nostra amministrazione promuovere la formazione di comitati in tutti i quartieri di Capodrise i cui delegati, a cadenza settimanale, potranno interloquire direttamente con il sindaco, gli assessori e i consiglieri comunali. Saranno appuntamenti fissi e calendarizzati, regolamentati da appositi protocolli d’intesa, durante i quali si analizzeranno le criticità e si adotteranno le soluzioni necessarie per lo sviluppo di tutta la nostra comunità.  La nostra azione amministrativa sarà capillare ed ogni cittadino sarà chiamato a partecipare alla rinascita di Capodrise. Non ci saranno differenze, non ci saranno quartieri di serie B. Noi – conclude Topo – non lasceremo indietro nessuno”
COMUNICATO

Belfiore a San Donato: “Esiste una sola Capodrise”

CAPODRISE. «Sono stata a San Donato». Lo rivela Maria Belfiore, candidata a sindaco della lista Alleanza per Capodrise. «Ero con tutti i candidati della mia lista. Ho incontrato le rappresentanti e i rappresentati del comitato quartiere: è stato un colloquio lungo, cordiale e franco. Sono tornata a casa ancora più convinta che il concetto di periferia, soprattutto nelle piccole comunità, sia fuorviante e denigratorio. Non considero – spiega Belfiore – San Donato né un quartiere di periferia né un quartiere dormitorio; è solo un nuovo quartiere residenziale verso cui chi ha governato la città ha un debito di attenzione che non si può colmare in campagna elettorale. Non basta uno sfalcio d’erba per far dimenticare anni di indifferenza. Mi muoverò – assicura – su cinque fronti. L’identità (scuola, memoria dei luoghi ed eventi); l’ascolto e la partecipazione (assessore e consulta di quartiere); la cura e la riqualificazione degli spazi pubblici (manutenzione e nuove infrastrutture); la vivibilità (zone pedonali e collegamento tra via Spallanzani e via Greco); e la sicurezza (potenziamento dell’illuminazione e della videosorveglianza, più pattugliamenti dei agenti di polizia municipale). È un pacchetto di misure concreto – spiega –, aperto a ulteriori suggerimenti, sul quale, con la collaborazione del comitato, mi sento di potermi impegnare. Esiste una sola Capodrise, e ognuno, che ci sia nato o che abbia scelto di viverci, deve sentirsene parte. È la prima volta che mi candido a sindaco e non sono un’amministratrice uscente: sulla credibilità fa fede la mia storia personale e professionale. Alla signora Margherita – conclude Belfiore – ho fatto una promessa: non abbandonerò San Donato!».

 

Comunicato