Marcianise-Il Movimento Vivila ha presentato 2 proposte per garantire la sicurezza dell’area che va dalla stazione ferroviaria fino all’imbocco con il quartiere “Macello” collegato al resto della città dal famoso “sottopasso”. Il perché delle proposte ce lo spiegano coloro che hanno presentato l’istanza a nome di tutto il movimento, il segretario Avv. Delle Curti e Giuseppe Di Fuccia, responsabile attività produttive. “Soltanto nell’ultimo anno ci sono state almeno 3 aggressioni all’uscita del sottopasso che collega San Simeone all’area “macello” – ci ha detto l’avv. Raffaele Delle Curti – e questo non lo dico sulla base di congetture o fantomatiche storie ma perché 2 di queste 3 vittime si sono rivolte al nostro studio legale per la tutela dei propri diritti”. Inoltre innumerevoli sono stati gli atti vandalici, di cui l’ultimo qualche giorno fa; per l’appunto Giuseppe Di Fuccia, amministratore delegato dell’Angolo delle Meraviglie (che si trova subito dopo il sottopasso) ha precisato che: “La PAURA è divenuta talmente tanta che il SOTTOPASSO è completamente INUTILIZZATO, addirittura si preferisce camminare tra le autovetture più che andare in quel cunicolo dove sono avvenuti fatti gravissimi”. Quali sono le due proposte?

 

  1. RIPRISTINO DELLE TELECAMERE DEL SOTTO-PASSO

 

Insieme a questo si potrebbe pensare ad un accordo con Trenitalia per fare una SECONDA USCITA della Stazione (lato Macello) in modo da permettere alla grande quantità di PENDOLARI che abitano in quella zona e che prendono il treno in orari bui (presto la mattina e tardi la sera) di evitare quel “maledetto cunicolo”;

 

del resto quasi tutte le stazioni posseggono due ingressi/uscite proprio per questioni di sicurezza e per offrire un servizio più efficiente agli utenti.

 

  1. ISTALLAZIONE DI NUOVE TELECAMERE IN PIAZZA FOGLIA (ZONA ANTISTANTE LA STAZIONE)