Negli ultimi anni il clima è  divenuto sempre più imprevedibile, con un aumento notevole degli eventi meteo catastrofici: bombe d’acqua, grandinate, trombe d’aria improvvise e nevicate. Per questo motivo, diversi automobilisti stanno pendendo in seria considerazione la possibilità di ricorrere alle polizze che tutelano le auto dalla furia delle calamità naturali .Si tratta di un’ assicurazione facoltativa quindi, non solo per l’assicurato, ma anche per l’assicuratore, che possono  essere personalizzate , inserendo clausole che le avvicinino il più possibile ai rischi, e quindi alle esigenze, del cliente, in relazione al contesto in cui vive e usa l’auto. Per chi vive a Marcianise e hinterland, infatti, non avrebbe senso polizze che prevedono una copertura contro , mareggiate, inondazioni o frane. Con questa assicurazione vengono rimborsati sia i danneggiamenti all’auto, con conseguente riparazione, che la sua completa e totale distruzione. In quest’ultimo caso il risarcimento deve corrispondere al valore commerciale della macchina quale era al momento della calamità. Alla richiesta per il risarcimento del sinistro deve necessariamente accompagnarsi una denuncia della polizia, dei carabinieri, dei vigili del fuoco o della protezione civile che attesti che la calamità naturale ha avuto luogo. In assenza di questa dichiarazione, si ha però diritto a chiedere che si possa fare riferimento alle rilevazioni dell’Osservatorio meteorologico più vicino al luogo della calamità e del sinistra.