Pasquale Guerriero, consigliere comunale dei Cinque Stelle replica al sindaco, che in un post su facebook gli aveva lanciato una frecciatina :”Ieri sera si è tenuto il consiglio comunale più importante dell’anno, cioè quello in cui si discute il bilancio e il sindaco Velardi liquida il mio intervento, in cui ho spiegato tutte le voci di spesa che non condividevo, e le mie molteplici interrogazioni con un “il consigliere dei cinque stelle non sa di cosa parla”. Avrei dovuto arrabbiarmi dopo aver letto queste parole per tutta la fatica fatta per preparare il consiglio comunale ed invece queste parole mi hanno fatto riflettere. Mi sono detto: “certo che non ho capito di cosa parlo, sono di fronte al secondo sindaco più costoso d’Italia (dopo quello di Milano) che ha speso decine di migliaia di euro dei soldi dei cittadini per avere la collaborazione di professionisti dall’alto profilo professionale; sarò di fronte ad una schiera di dotti con i quali non posso competere”. Poi però sono uscito in giro in bicicletta per la mia città e mi sono reso conto che tutti questi grandi scienziati non sono capaci di fare un piano traffico decente, che la condizione delle nostre strade è da terzo mondo, che per avere delle piazzette fruibili e pulite dobbiamo affidarci al volontariato dei cittadini, che non c’è un evento culturale in città da non so quanto tempo, che arriveranno nuove aziende in città e invece di formare professionalmente i nostri cittadini o di istituire protocolli con le scuole professionali il sindaco risponde che la questione non lo riguarda, che non si è creato il capitolo di bilancio per la nostra mozione per il reddito di cittadinanza fregandosene di chi non ha i mezzi per vivere, che non si sta facendo nulla per prepararsi alla stagione dei roghi e degli sversamenti in una terra distrutta dall’inquinamento e potrei andare avanti per ore. Allora mi chiedo se Marcianise ha davvero bisogno di un sindaco e di consulenti così costosi se questi non sono in grado di risolvere nemmeno i problemi quotidiani della nostra città, ma ancora mi chiedo: “sono davvero io che non so di cosa parlo?”

Il post di Velardi:”Abbiamo approvato ieri sera in consiglio comunale a Marcianise il bilancio di previsione. L’approvazione è avvenuta al termine di una discussione molto costruttiva e straordinariamente serena.

Abbiamo approvato il migliore bilancio possibile, nella condizione data. Vorremmo fare di più e sino convinto che lo faremo: siamo sulla strada della risalita.

Ringrazio per quello che hanno detto e per quello che hanno fatto in consiglio tutti gli esponenti della maggioranza. Ringrazio i consiglieri del Pd, di Città Nuova, di Campania Libera, di Centro Democratico; gli indipendenti Carmen Ventrone e Giuseppe Vallosco di Terre di Idee. Li ringrazio per aver dimostrato che è possibile fare attività politica con dedizione, intelligenza, passione, competenza, senza alcun vincolo personale.

Mi dispiace per la totale assenza delle opposizioni, ormai sventrate, spappolate. Mi ha colpito che da nessun esponente dell’opposizione sia arrivata una proposta o un’osservazione costruttiva. Niente. Chi ha provato a farla, come il consigliere dei Cinque Stelle, si è perso per strada e ha dimostrato che neanche sapeva di che parlasse.

Abbiamo scritto una bella pagina di politica, di maturità politica. Sì, si è aperta davvero una fase nuova. Stiamo dimostrando di essere un modello virtuoso, un esempio da seguire. Il modello Marcianise.

“Tutti i cittadini hanno il dovere di essere fedeli alla Repubblica e di osservarne la Costituzione e le leggi. I cittadini cui sono affidate funzioni pubbliche hanno il dovere di adempierle con disciplina ed onore” (Costituzione italiana, articolo 54)”.
#orgogliomarcianise