In un grande scenario all’aperto con oltre 60 figuranti, tutti in abiti d epoca, l’Associazione Cattolica di volontariato di San Simeone, sotto la magistrale guida di Orazio Pezzella ha dato vita alla Passione di Cristo.  presso l I.C. Aldo Moro, per rivivere gli ultimi giorni di Gesù sulla terra.

In un atmosfera quasi surreale fatta non solo di attori, ma di luci e suoni, si è vissuto il triduo della settimana Santa, il tutto curato nei minimi particolari ha fatto si, che lo spettacolo si concludesse con un enorme successo. I due grandi palchi allestiti hanno padroneggiato sullo svolgersi delle scene, grazie ad uno staff competente ed organizzato sui tempi degli attori. La Passione ha inizio con l’ultima cena, mentre Gesù ( Roberto Conchiglia); spezza il pane con i suoi dodici, per poi soffrire in attesa del Sacrificio nell’Orto degli Ulivi, dove avviene il suo arresto per essere condotto da Pilato( GianCarlo Caputo), da qui ha inizio un estenuante e sofferta Via Crucis, quasi reale agli occhi degli spettatori, sotto le frustate e i pianti delle pie donne, Gesù trova conforto nell’incontro con la Madre( Maria Scaldarella).

Il regista, Orazio Pezzella, ha voluto sottolineare molto il legame tra Cristo e Maria, dove ha raggiunto l inverosimile nella scena della pietà, ricreando tutto l amore di una madre per suo figlio. La stessa impiccagione di Giuda( Antonio Silvestro);ha lasciato un alone di tristezza, dove da protagonista c e stato anche il diavolo( Filomena Salzillo). Cosi come la crocifissione insieme ai due ladroni ( Daniele Moretta e Salvatore Raucci); mentre Gesù muore gli apostoli restano con la madre sotto la croce, fino a quando non avviene la deposizione, e in un religioso e attonito silenzio lasciano il palco, salutando il corpo del Maestro. E mentre tutto è buio dal sepolcro splende una luce e sarà la Maddalena( maddalena Raucci), ad annunciare a Tommaso ( Pasquale Iadicicco); e agli altri che il loro Maestro è vivo è davvero Risorto. L’Associazione ha reso possibile un enorme spettacolo con un successo senza pari, hanno incantato ed emozionato, hanno ricreato ciò che è scritto nei vangeli, affinché le tradizioni non vengano mai perse. Complimenti a tutti per ciò che avete dato e creato ieri sera.

 

Fotografia a cura di Caputo Fotografi