A poche ore dall’attacco del primo cittadino al giornale on line sul titolo, a suo dire, “lunare” circa la questione della chiusura di Piazza Carità, il direttore responsabile di Caffè Procope replica a muso duro :

 

Velardi :     […Ringrazio tutti quelli che oggi ci hanno dato una mano, manifestando la loro approvazione per quanto veniva fatto. Ringrazio pure quelli che per partito preso decidono di fare politica, bassa politica, su tutto e quindi anche su piazza Carità. Mi ha colpito il sito web Caffè Procope – Il Giornale On Line di Marcianise diretto da Alessandro Tartaglione che ha trattato la questione con un titolo lunare: “Il Comune cambia idea su piazza Carità: stop alle auto, non sarà più parcheggio”. Non so chi è questo scienziato del giornalismo che ha fatto il titolo ma stava sulla luna; mi dovrebbe spiegare quando l’amministrazione ha cambiato idea, cioè quando abbiamo detto che volevamo la piazza parcheggio per poi ora ricrederci. Mai! Ma dico io: è così complicato essere un po’ seri, un po’ attenti a ciò che si scrive?…]

Tartaglione: “Ci ritroviamo, nostro malgrado, nuovamente a smentire talune informazioni false riguardanti la nostra testata. Nel suo diario di ieri sera, il primo cittadino di #Marcianise ha definito il titolo di un nostro articolo “lunare”, offendendo il nostro giornale e invocando la nostra serietà. Il titolo dell’articolo “poco serio” sarebbe il seguente: “Piazza Carità, il Comune di Marcianise cambia idea: stop a tutte le auto, non sarà più parcheggio”. Nell’articolo, in maniera dettagliata e attraverso una cronistoria, si parlava della decisione dell’amministrazione comunale di  interdire alle autovetture la sosta e le fermate in Piazza Carità. Siamo in grado di dimostrare che il sindaco, e quindi l’amministrazione comunale, ha cambiato idea sulla questione utilizzando come fonte una sua dichiarazione. Nel diario facebook del 13 febbraio 2017 (basta leggere gli screenshot allegati al presente post), in risposta ad un cittadino che lo sollecitava a liberare la piazza dalle auto scriveva testualmente: “libereremo piazza Carità: stanne certo. Per farlo, dobbiamo però creare dei parcheggi in zona. L’area che naturalmente si presta è quella dove è stato abbattuto lo storico palazzo Blasio e dove c’è un progetto per costruire appartamenti. Lo impediremo, l’ho già spiegato ai diretti interessati. Quell’area sarà un grande parcheggio, questo è il nostro progetto. Ci riusciremo. Senza quello spazio a disposizione, è utopico purtroppo pensare di liberare la piazza dalle auto”.
Con il titolo dell’articolo abbiamo quindi semplicemente constatato che ciò che era considerato “utopico” l’anno scorso, non lo è più oggi e, quindi, sulla questione si è cambiato idea. Nulla di più. Ribadiamo, perciò, la nostra serietà e correttezza e che ogni notizia pubblicata su Caffè Procope corrisponde a verità. Dobbiamo, però, altresì costatare che continua l’attacco alla libera stampa e al libero pensiero. Ma su questo ultimo punto i nostri lettori possono stare certi che continueremo a lavorare serenamente, informando i cittadini come siamo abituati a fare, a schiena dritta, senza esitazioni, con lo stesso stile di sempre.”