Il movimento Politico “Marcianise Terra di Idee” ha protocollato, per mano del capogruppo Giovanni Vallosco, una interrogazione consiliare indirizzata al sindaco del Comune di Marcianise e all’Assessore all’Istruzione avente ad oggetto la mensa scolastica. “Premesso – è scritto nella interrogazione – che da anni il Comune di Marcianise ha garantito alle scuole dell’infanzia un servizio di mensa attraverso la produzione di pasti in loco; che dallo scorso 20 novembre la fornitura del servizio avviene attraverso pasti veicolati, prodotti a Casagiove, in virtù di un appalto bandito dal Comune di Marcianise, vinto dalla ditta Antevorta; che il suddetto appalto si considera valido dal 20/11/2017 al 28/2/2018; che il servizio fornito dalla suddetta ditta è stato prorogato al 6.4.2018; che le scuole dell’infanzia di Marcianise sono munite di cucine interne ed equipaggiate; che grazie ad un accordo sindacale il personale della precedente ditta è stato preso in carico dalla ditta Antevorta in attesa del ritorno dei pasti cucinati in loco; che la refezione rappresentava una esperienza interdisciplinare intorno al gusto, al cucinare e al piacere di mangiare insieme e la presenza cucine dentro alle scuole di Marcianise è stata una conquista di straordinaria importanza e modernità”
Terra di Idee chiede “quali azioni sta mettendo in campo affinché la gara d’appalto per “Affidamento del Servizio di refezione scolastica per il periodo 01/10/2017 al 30/06/2019 anni scolastici 2017/2018 e 2018/2019 (anni 2) nelle scuole dell’infanzia di Marcianise” giunga a termine così da riprendere la produzione di pasti in loco e contribuire a rasserenare le famiglie dei bambini e anche le lavoratrici che a tutt’oggi si trovano senza lavoro”.