“Il Partito Democratico di Marcianise, sulla vicenda legata alle ultime elezioni provinciali, ha preferito mantenere un opportuno riserbo confidando in un dibattito chiarificatore nelle sedi statutarie del partito, per meglio comprendere il clima entro il quale è maturata la decisione di due consiglieri comunali del Partito Democratico di non votare la lista del PD e, conseguentemente, di non votare il candidato di Marcianise. Abbiamo dovuto verificare che da
allora ben due comunicati stampa dei consiglieri Rondello e Laurenza sono stati diramati; due
comunicati con i quali i due consiglieri hanno cercato di giustificare l’ingiustificabile.
Sembra che i due consiglieri abbiano votato alle ultime elezioni provinciali contro il loro Partito per
“il disagio vissuto” all’interno del Partito stesso.
Un “disagio” che li ha portati a votare contro il PD, e contro il candidato di Marcianise che
avevano, insieme agli altri consiglieri del Gruppo, indicato nella lista provinciale.
L’atto, gravissimo, non è giustificabile.
Se le giustificazioni date attraverso i comunicati stampa risultano essere risibili per due semplici
consiglieri comunali appaiono, invece, gravissime, e lesive dell’intelligenza di tutti gli iscritti al PD,
se sono rese dai due massimi rappresentanti del Partito Democratico nelle Istituzioni : il
Capogruppo consiliare ( Laurenza Gennaro) e Il Presidente del Consiglio eletto su proposta del PD (
Rondello Antimo ).
Sembra che i due vivessero un disagio, a loro dire, contro la loro stessa azione politica, (sic)
considerato i ruoli che rivestivano.
Un disagio che, naturalmente, non hanno vissuto all’atto delle elezioni a Capogruppo e a
Presidente del Consiglio.
La Segreteria del PD aveva apprezzato l’atto di responsabilità del consigliere Laurenza, che nei
giorni passati ha rimesso il mandato di capogruppo; si aspetta ancora l’atto di responsabilità del
consigliere Rondello.
Una discussione seria e credibile sulle motivazioni che hanno portato i due a votare contro il loro
Partito, richiede questi minimi atti di responsabilità.
Di contro, saremmo di fronte alla dichiarazione implicita che un accordo con Campania Libera c’è
stato ed è stato stretto prima delle elezioni provinciali, per danneggiare il Partito Democratico di
Marcianise; il Partito di cui Rondello e Laurenza erano i massimi rappresentanti.
Questo comunicato è diramato, solo dopo le due esternazioni dei consiglieri, per amore di
chiarezza e sperando che un confronto serio e corretto possa ancora essere intavolato nelle sedi
statutarie del PD”.
La Segreteria del Partito Democratico di Marcianise

comunicato stampa