Come me,
camminavi con una lancia nel cuore e il sorriso sulle labbra,
correvi per i sentieri della vita con l’amorevole peso dei tuoi cari sulle spalle,
inseguivi il sogno di un grande amore due volte infangato da chi, troppo abbagliato, preferisce codardamente vivere nell’ombra,
abbracciavi la dignità di una guerriera che non conosce compromesso o resa,
ti indignava ogni ingombrante apprezzamento per la tua esaltante fisicità,
coltivavi una tenerezza non sdolcinata, una generosità sterminata e la caparbietà di un mulo.
Terminata l’adolescenza e varcata la soglia della maturità ci siamo incontrati, persi di vista, ritrovati,
ma non hai mai smesso di guardarmi da lontano come una brava mamma che, con occhio vigile, lascia che il figlio inciampi, cada, si rialzi e poi si rimetta in cammino.
Sei andata via, appena due mesi dopo il mio pulcino, ed anche in questa occasione di volontario, sofferto distacco dall’affetto degli amici e dei profumi e colori del mondo,
hai avuto la premura di salutarmi.
Grazie!

Disponibile su Amazon Store http://goo.gl/Dq16o

giuliana