Ballottaggio Caserta: Articolo Uno con Marino, Speranza per Caserta nè con Marino nè con Zinzi

Ecco le ragioni delle scelte:

Articolo Uno Caserta: “Con Giovine risultato straordinario”. Alessandro Taratglione: “Al ballottaggio saremo al fianco del centrosinistra e Carlo Marino per battere le destre
Il turno di ballottaggio del 17 e 18 ottobre 2021 vedrà Articolo Uno al fianco del centrosinistra casertano e del sindaco uscente Carlo Marino per battere una destra pericolosa a trazione leghista e, quindi, antimeridionalista. “E’ questa la decisione uscita fuori dall’assemblea del partito progressista casertano riunitosi per analizzare l’esito delle elezioni amministrative in Terra di Lavoro. Abbiamo sostenuto con forza – è spiegato nel documento di Articolo Uno – il progetto di rinnovamento politico, guidato da Raffaele Giovine e Caserta Decide che ha ottenuto un grande e storico risultato. Un’affermazione che dimostra come avevamo visto giusto e che il centrosinistra casertano, considerato anche l’arretramento del Pd nella città capoluogo, deve partire dai valori delle sinistra sociale e ambientalista con un impegno quotidiano ed un rapporto costante con la cittadinanza e le esigenze che da essa provengono. Giovine saprà di certo rappresentare queste istanze all’interno del Consiglio Comunale con la stessa determinazione con cui ha affrontato, insieme a tanti giovani e validi attivisti, questa campagna elettorale.
“Come evidenziato anche dal documento politico di Caserta Decide – spiega il segretario provinciale di Articolo Uno Alessandro Tartaglione – bisogna affrontare questo secondo turno tenendo presente che è prioritario arrestare a Caserta, così come in tutta Italia, questa destra che continua ad avere rapporti ambigui con frange estreme di stampo fascista così come è dimostrato dalle recenti indagini giornalistiche ed i fatti accaduti ieri con l’assalto alla sede della Cgil a Roma. Per questo motivo sosterremo al ballottaggio la compagine del centrosinistra invitando i nostri elettori e tutte le forze riformiste, progressiste e ambientaliste a votare per Carlo Marino“.
Speranza per Caserta: “Marino e Zinzi non ci rappresentano. Non li sosterremo”

Ieri, giovedì 7 ottobre 2021, si è riunita l’assemblea di Speranza per Caserta che ha ribadito è confermato la posizione su eventuali apparentamenti al ballottaggio. Non sosterremo nessuno dei due candidati in corsa alla carica di Sindaco della Città che amiamo. Come abbiamo sempre detto in campagna elettorale sia Marino che Zinzi non ci rappresentano e se non ci rappresentavano ieri non potranno rappresentarci neanche domani. Il dialogo in politica è fondamentale e necessario ma nelle sedi opportune, “gli inciuci” non ci appartengono.
La decisione come sempre è dettata dai nostri valori e dai nostri ideali che, come iscritti e candidati, abbiamo anche sottoscritto nel codice etico. Non possiamo e non vogliamo essere complici del futuro disastro che abbiamo si profila sempre più chiaramente davanti a noi. Non vorremmo risultare anacronistici, ma per noi è ancora VALORE, mantenere fede “a stessi e alla parola data”. Crediamo che la politica sia fatta dalle persone e per le persone, come servizio non per utilità.  Siamo stati sempre chiari su questa posizione e lo siamo ancora di più oggi, alla luce del risultato elettorale. La storia di Speranza, al contrario del “nuovo che avanza”, si incardina nell’assenza, nel vuoto di rappresentanza politica… in dieci anni lo scenario è tristemente immutato. Sono cambiati, raramente, i nomi, i partiti ma la solfa è rimasta la stessa. E’ sotto gli occhi di tutti, non c’è da scomodare nessun analista politico, è evidente nelle piccole e grandi cose che osserviamo intorno a noi. Non è vigliaccheria, è coscienza che la maggior parte delle persone punta altrove, ma non vogliamo, non possiamo e non dobbiamo seguire il gregge.

comunicati

Lascia un commento

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.