Conoscete i 4 cavalieri dell’Apocalisse dell’alimentazione? E come porvi rimedio?

Qualcuno li chiama i 4 veleni bianchi , qualcun altro i i 4 cavalieri dell’Apocalisse dell’alimentazione, ma velenial di là della terminologia più o meno accattivante, parliamo di alimenti che consumiamo tutti i giorni e che possono recare danno al nostro organismo. Non se ne parla tanto, a mio modesto parere, perché vi sono molti interessi economici in gioco connessi sia al mondo dell’alimentazione che della salute. In questo articolo troverete una serie di nozioni e di dati, a cui deciderete se prestare fede oppure non tenerne conto . Per quanto mi riguarda , da tempo ho corretto le mie abitudini alimentari e vi assicuro vivo meglio.

Sale
Ne occorrerebbe 1 Kg all’anno, ma in realtà ne assumiamo 10 Kg perché abbonda nei condimenti, insaccati, patatine e snack vari. L’eccessivo consumo di sale fa sì che il corpo deve trattenere più liquidi per mantenere il sale in soluzione e questo provoca ritenzione idrica, gonfiori e pesantezza. Vi sono, però, conseguenza ancora più negative: pressione alta, insonnia, stanchezza, perdita di calcio nelle ossa.
Io da circa 3 anni ho dapprima sostituito il sale da cucina con il sale rosa dell’Himalaya o oro bianco, un po’ costoso ma non è sottoposto ad alcun trattamento sbiancante, è ricchissimo di sali minerali e privo di tossine e sostanze inquinanti; poi ho iniziato a utilizzare quello iposodico a basso contenuto di sodio e da circa un mese il sale è definitivamente scomparso dalla mia cucina.

Latte
Superati i due anni d’età, nel nostro organismo si riduce l’attività del ‘lattasi’, un enzima che permette l’assimilazione del latte: nell’età adulta questo enzima è praticamente inesistente. Tutto sfocia in un’intolleranza grave che può generare: gonfiori, irritazione del tratto intestinale, coliche, allergie. Ho rimpiazzato il latte coi drink di soia, avena, mais, orzo, malto, riso con aggiunta di calcio e altre vitamine.

Farina bianca
L’eccessiva macinazione , necessaria per ottenere una consistenza fine , elimina maggior parte dei nutrienti privando il cibo di vitamine, minerali, e proteine. Quando poi mangiamo pane, brioche, grissini nel nostro stomaco si crea una massa glutinosa che si muove lentamente e causa sonnolenza e costipazione. Non utilizzo la farina bianca, mangio pizza impastata con farina tipo 1 che non trovo ai supermercati , per cui diverse volte non rassegnandomi all’idea di dover mangiare i soliti panini e prodotti vari fatti con la farina 00, mi procuro l’impasto di farina 1 dal pizzaiolo, congelo e utilizzo all’occorrenza.

Zucchero
Nessuno adulto avrebbe bisogno di assumere zucchero perché gli alimenti ricchi di zucchero innescano un processo che produce insulina, che affatica moltissimo l’organismo e genera: senso di affaticamento, ridotta capacità di concentrazione, poca lucidità mentale, stanchezza cronica, picchi e cali repentini di energia durante la giornata e nel lungo periodo la possibilità del Diabete.
Dovremmo assumere alimenti ricchi di carboidrati complessi come frutta, verdura e cereali integrali che hanno tempi di digestione più lunghi e permettono di tenere bassi i livelli di zucchero nel sangue.
Allo zucchero raffinato bianco ho preferito lo zucchero grezzo di canna.

Il blog di Michele Raucci Se attivi le notifiche puoi ricevere tutte le novità sul tuo dispositivo.
Dismiss
Allow Notifications