Movida violenta, Alessandro Tartaglione (Marcianise Terra di Idee): “E’ una questione di ordine pubblico. Basta penalizzare i nostri esercenti”

“Avevo sollevato il problema della movida violenta a Marcianise tre mesi e mezzo fa attraverso una interpellanza in consiglio comunale. Avevo sostenuto, sin da subito, che non si dovevano colpevolizzare gli esercenti poiché si trattava, e si tratta, di un problema di ordine pubblico e che era necessario coinvolgere il Prefetto di Caserta. Con grande ritardo da parte dell’amministrazione comunale e dopo l’ennesima improvvida ordinanza sindacale (che penalizza esclusivamente gli operatori commerciali di Marcianise a vantaggio di quelli dei Comuni viciniori), pare che finalmente la situazione sia arrivata all’attenzione della Prefettura. L’auspicio è quello che sia disposto un adeguato controllo del territorio per restituire serenità ai cittadini residenti, ai commercianti e a coloro che frequentano pacificamente le strade della movida. Al contrario, è necessario isolare, condannare e assicurare alla giustizia i pochi violenti che violano la legge rendendo pericolosi i luoghi del divertimento. Faccio i miei complimenti, infine, alla campagna di sensibilizzazione promossa dall’Amacom, l’associazione dei commercianti di Marcianise, per dire stop alla violenza”. Così il consigliere comunale di “Marcianise Terra di Idee” Alessandro Tartaglione.

comunicato

Lascia un commento

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.