Dopo l’evento “Shoah!” del 27 Gennaio scorso, l’associazione Teatro Distinto è tornata ieri mattina all’I.S.I.S. Ferraris/Buccini di Marcianise con un doppio appuntamento per gli alunni dell’istituto, intitolato “Di Foibe e Follie”. Evento coordinato con la professoressa Roberta Argenziano e pensato in occasione del Giorno del Ricordo del massacro delle Foibe (che cade il 10 febbraio). Gabriele Russo, presidente dell’associazione e docente del Corso di Recitazione “L’AtThor”, ha raccontato con monologhi e insieme a tre allievi del Corso impegnati in altrettanti reading di episodi di folle malvagità di cui da sempre la storia dell’uomo è costellata.

Francesco Pio Bucciero, tra l’altro ex alunno dell’I.S.I.S, ha letto la testimonianza di un sopravvissuto al massacro delle Foibe. Antonella Golino ha proposto quella che invece fu la testimonianza di una sopravvissuta dell’Olocausto, Liliana Segre. Carmela Bencivenga, infine, ha letto il racconto del calvario della famiglia Cucchi per fare chiarezza sulla vicenda della morte di Stefano Cucchi. “Dopo l’evento serale per l’Olocausto, siamo felici di riproporre, stavolta durante l’orario scolastico, un appuntamento che rappresenta un importante spunto di riflessione – ha detto, tra le altre cose, nel suo intervento iniziale il Dirigente Scolastico Domenico Caroprese – E siamo felici che ciò avvenga sfruttando il mezzo teatrale, a cui da sempre questa scuola è molto vicina!”. A dare supporto tecnico dell’evento, Maria Rosa Cecere, alla guida con Russo del Corso di Recitazione “L’AtTHor”.