uvaLa scorsa settimana ho avuto il piacere, l’onore, il favore ( scegliete voi il termine più appropriato) di provare questa delizia e vi assicuro che ne conservo ancora la delicatezza e la piacevolezza del gusto. Mi trovavo a pranzo dalla cara amica Maria Teresa Belardo e del suo vulcanico marito Salvatore Portogallo; dopo aver consumato antipasto, primo e secondo hanno  avuto la brillante idea di farmi assaggiare il gelato con l’uva fragola della loro azienda agricola senza aggiunta di latte e sciroppi, prodotto esclusivamente per la sua famigliola dalla tartuferia partenopea “Snowhite Gelato Artigianale di Sant’Arpino”. L’aspetto era a dir poco ammiccante e già al primo cucchiaino una persistente leggerezza ha deliziato  il mio palato, regalandomi dolcezza, intensità e armonia. Per me e voi tutti ho cercato di farmi svelare gli ingredienti  e il procedimento di preparazione, ma il gelataio non rivela mai i suoi segreti per fare buoni gelati .