robertaAd annunciarlo è Roberta Argenziano, presidente dell’associazione “Alternativa81020” in un’ intervista al nostro blog sui problemi di Capodrise e le alleanze in vista delle prossime amministrative.

1)Cosa stanno a significare il nome “Alternativa81020” e il megafono come logo dell’associazione?

81020 è l’elemento identitario dell’Associazione che intriga di più. Per noi molto semplicemente sta ad indicare un ancoraggio fermo alla realtà cittadina, per essere, come è noto, il cap di Capodrise. L’associazione inoltre, vuole rappresentare un progetto di alternativa politica e culturale alle pratiche consolidatesi nel tempo. Il megafono, sinonimo di portavoce, simboleggia la nostra volontà di riferire i punti di vista e/o le opinioni dei cittadini e denunciare qualsiasi forma di incuria e negligenza da parte di chi ci governa. Vogliamo dar voce innanzitutto a tutti quelli che non vengono ascoltati, agli emarginati per cause di ordine economico, sociale, fisico e culturale.

2)A vostro parere, quali sono i principali problemi di Capodrise e come intendete risolverli?

Oggi la situazione di Capodrise è sicuramente preoccupante per l’incapacità di chi l’ha amministrata in questi ultimi anni. I conti del Comune indicano una grave difficoltà finanziaria e la maggior parte delle strade, delle piazze e degli spazi pubblici versa in pessime condizioni. Per dare impulso all’economia e rimpinguare le casse comunali occorre creare un team di esperti in grado di accedere ai finanziamenti europei, nazionali e regionali. Bisogna rivitalizzare le periferie e il centro storico, riqualificare l’area commerciale (ex Carrefour) e gli edifici dismessi, riconsiderare la destinazione dell’area PIP. Il marketing territoriale risulta l’unico strumento per intercettare imprenditori interessati ad investire nella nostra area commerciale che rimane di straordinaria importanza. Altro strumento utile è la rivisitazione di tutta la strumentazione urbanistica comunale che risulta oramai superata da tutte le dinamiche demografiche e produttive.

3)Come giudicate l’amministrazione Crescente e l’operato dell’opposizione?

Considero il dott.re Crescente una persona per bene, un uomo onesto e corretto, degno di stima. Nonostante le sue indubbie qualità, a mio avviso, non è riuscito a governare serenamente e con efficienza per condizionamenti esterni molto pressanti, e poiché supportato da persone non sempre propositive e competenti. In più occasioni la sua Amministrazione ha evidenziato incapacità di governo e superficialità. Il nostro Comune, solo per citare un esempio, è risultato tra i pochi della provincia di Caserta ad essere sistematicamente assente dalle graduatorie di accesso ai finanziamenti europei. Avevano promesso, in campagna elettorale, la realizzazione di opere eccezionali, la costruzione di nuove opere, etc. ma non sono riusciti nemmeno a garantire la manutenzione ordinaria dell’esistente. Per quanto attiene all’opposizione devo riconoscere al consigliere Glorioso di aver fatto un buon lavoro e di essere l’unico testimone di una reale opposizione. Gli altri non hanno fatto il proprio dovere sfuggendo alle proprie responsabilità.

4)E’ vero che la vostra associazione nasce ad hoc in vista delle elezioni amministrative per dar voce e rappresentanza ai militanti di Sel senza più fissa dimora?

I militanti di SeL, cioè io e Giuseppe Glorioso, avremmo potuto continuare ad “aver voce” a prescindere dall’Associazione, Glorioso in qualità di consigliere uscente di SeL ed io come coordinatrice e addetto stampa. Alternativa 81020, completamente svincolata dai partiti, nasce con l’intento di influenzare il dibattito politico e contribuire all’elaborazione di un valido progetto per il nostro Paese. Capodrise è, da tanti anni ormai, vittima dell’inerzia politica e amministrativa. Per troppi anni gli interessi dei singoli hanno oscurato il benessere pubblico. Vogliamo praticare e promuovere l’impegno politico e sociale nella comunità in cui viviamo stimolando il dibattito su problematiche di interesse collettivo. Non siamo, però, un’Associazione “Elettorale”, il nostro impegno non sarà circoscritto ad una fase limitata. Continueremo a darci da fare, come abbiamo sempre fatto, con sempre più entusiasmo e passione, a differenza di quanti limitano il loro impegno politico esclusivamente al periodo pre – elettorale.

5)A proposito, sarete in campo alle comunali ed eventualmente con chi vi alleerete?
Ci stiamo confrontando con le forze politiche e i movimenti per fare proposte concrete e decidere chi eventualmente supportare alle elezioni. Per il momento non siamo direttamente interessati a presentare una lista né tantomeno a stringere alleanze elettorali. In futuro? Non si sa mai!