Unbroken

UnbrokenIl primo approdo di Angelina Jolie alla regia è senz’altro positivo: Unbroken è un film entusiasmante e confezionato in modo accattivante, efficace per quanto concerne l’ambientazione.

Lasciano un po’ a desiderare, a mio modesto parere, la fotografia e l’enfasi di alcune scene, altrimenti sarebbe davvero eccezionale. Il film è incentrato sulla vera storia di Louis Zamperini, atleta olimpico che, vittima di un drammatico incidente aereo durante la seconda guerra mondiale, trascorre 47 strazianti giorni su una zattera con due compagni di equipaggio, prima di essere catturato dalla marina giapponese e inviato in un campo di prigionieri di guerra.

La nevicata del ’56

Una canzone tra le sue meno fortunate, forse perchè troppo nostalgica secondo il parere di alcuni. Ma mi chiedo: “Non è forse la nostalgia a chiarirci il peso o la nullità di ciò che abbiamo provato e vissuto”?

A me fa impazzire.

Il volo delle banalità

Voce possente ma testo scontato e banalissimo de Il volo. Favorito alla vittoria, carina la canzone di Nek mentre con “E se poi ” e questa canzone, Malika mi inebria la mente e scatena un turbinio caldo nello stomaco.

Spero che vinca, la trovo superba, sublime, incantevole, forse un po’ troppo complicata per i più.