MARCIANISE: 14 CONSIGLIERI DAL NOTAIO PER CHIUDERE IL VELARDI BIS

Ai consiglieri di opposizione, in base alle notizie in nostro possesso, si sarebbero aggiunti non 2 ma 3 consiglieri dell’ex maggioranza e le firme  delle dimissioni  dovrebbe pervenire fra pochi minuti al Comune, dove doveva tenersi una seduta del Consiglio Comunale. Se le informazioni saranno confermate, forniremo uletriori dettagli sulla vicenda. Con 14 firme su 24 componenti Consiglio Comunale, cade l’amministrazione comunale e arriva il commissario prefettizio.

MARCIANISE, IL GRUPPO “NOI DI CENTRO”: ” IL MERCATO ORTOFRUTTICOLO NON TIENE CONTO DEI COMMERCIANTI E IL PERIODO NON E’ DEI MIGLIORI”

AD AFFERMARLO SONO I CONSIGLIERI COMUNALI DI “NOI DI CENTRO PER MARCIANISE” ATTRAVERSO UN COMUNICATO, CHE PUBBLICO QUI DI SEGUITO:” Apprendiamo dai social dell’iniziativa dell’amministrazione comunale di istituire un mercato rionale ortofrutticolo il sabato mattina presso Piazza Nassiriya. Pur apprezzando l’idea rimaniamo basiti sulla mancanza di programmazione e sulla mancata regolamentazione di questo mercato al fine di contemperare tutte le esigenze.

Infatti, ancora una volta, non si è tenuto conto dei commercianti del settore ortofrutticolo che hanno un locale fisso e che sono costretti a pagare ingenti tasse. Inoltre il periodo non è dei migliori e anziché favorire gli stessi con questa azione si rischia di indebolirli ulteriormente.

Ci rendiamo conto che agli occhi dei cittadini questo evento può sembrare un’ottima azione di tutela del territorio ma in realtà può rappresentare un ulteriore danno agli operatori del settore che per svolgere tale attività pagano tasse e imposte.

Non riusciamo a comprendere – tra le altre cose – chi può partecipare e a che condizioni perché un accesso non regolamentato potrebbe rappresentare una nuova forma di concorrenza sleale sia rispetto all’equità fiscale che alle condizioni igienico-sanitarie. Della serie a tutti eguali condizioni, a tutti eguali onori e onori.

Il settore agricolo merita rispetto così come l’intiera filiera e di conseguenza anche i rivenditori.