“E’ importante che chi vive la disabilità quotidianamente si impegni direttamente nelle istituzioni.”

1 Iaselli, presidente dell’Unitalsi, ieri sera ha così introdotto la presentazione della candidatura di Grazia Sposito per la lista “Marcianise Terra di Idee” , a sostegno del candidato sindaco Antonello Velardi,  presso il comitato elettorale in via Santa Maria degli Angeli a Marcianise. “Sono molto contento che Grazia si sia candidata al fianco di un uomo del fare come Antonello Velardi-ha aggiunto Iaselli-  le cui qualità umane e professionali ho avuto modo di constatare in svariate occasioni”.  Anche il candidato sindaco ha espresso viva soddisfazione per la scelta di Grazia ed ha annunciato  una serie di iniziative sulla disabilità “Penso ad uno sportello comunale e un delegato che si occupi specificamente delle problematiche dei disabili-ha spiegato Antonello Velardi- durante il suo intervento. Un’iniziativa, quest’ultima  che pure è stata attuata in qualche comune limitrofo, più piccolo del nostro. C’è la necessità assoluta di mettere in atto politiche che consentano finalmente di spazzare via lo stato di arretratezza in cui versa la nostra cittadina”. Velardi ha inoltre sottolineato la necessità di superare l’approccio meramente burocratico dell’apparato comunale, di approntare progetti per il reperimento di risorse finanziarie che consentano la realizzazione di spazi di socialità e l’attuazione di politiche inclusive, oltre che la necessità di realizzare apposite campagne informative destinate ai diversamente abili. “Occorre, infine, un maggiore coinvolgimento del mondo dell’associazionismo e la presenza in consiglio comunale di persone disabili” ha concluso il giornalista. Sulla stessa linea d’onda Alessandro Tartaglione, promotore della lista “Marcianise Terra di Idee”, secondo cui “non tutti hanno il privilegio di avere tra i propri candidati una persona speciale come Grazia Sposito.  “Siamo impegnati a normalizzare la nostra città a partire da quei servizi dedicati alle persone con diversa abilità- ha terminato Tartaglione– e le politiche sociali, insieme a quelle ambientali, culturali, occupazionali e di vivibilità urbana, saranno sempre al centro della nostra attenzione”. E cosa ha detto la diretta interessata? “Prima di consegnare i moduli per la candidatura – ha spiegato Grazia Sposito – mi sono posta diverse domande, forse fin troppe, ma alla fine sono arrivata alla conclusione che per intraprendere questa avventura umana per me, prima che politica, ci sia bisogno di coraggio ed io penso di averlo. Penso,inoltre, che la gente non abbia bisogno di un fiato fluido, ma di un fiato che seppur contrassegnato da qualche difficoltà porti dei fatti concreti. Ho vissuto e sto vivendo per troppi anni in una Marcianise distratta, menefreghista, che non bada a regole, in cui le fasce dei più deboli non vengono per nulla considerate, in una città dove i veri talenti esistono, ma vengono solo emarginati, messi in discussione, quasi costretti a fare la valigia per lasciare il proprio paese in cui credevano di aver seminato per sempre le proprie radici. Da più liste mi sono arrivate proposte, ma mi sono rispecchiata in questa squadra meravigliosa, sentendomi, da subito, parte integra e attiva di questo gruppo di giovani. “Marcianise terra di idee” è un progetto serio che parte da lontano, a cui anch’io ho preso parte a partire dal novembre 2015. Nei diversi incontri abbiamo affrontato tematiche che risultano quasi estranee al nostro territorio e che mi auspico vengano trasmesse al più presto”.

Il blog di Michele Raucci Se attivi le notifiche puoi ricevere tutte le novità sul tuo dispositivo.
Dismiss
Allow Notifications