Speculazione e immigrazione

10991392_10153219100838459_7296969069742283895_nPer menefreghismo, impotenza, frenesia della vita quotidiana assai spesso tentenniamo, assumiamo posizioni di comodo o peggio ce ne laviamo le mani rispetto a dei drammi che ci coinvolgono innanzi tutto come uomini, e poi come appartenenti ad un determinato stato o religione che sia il cristianesimo, islamismo, buddismo o qualsiasi altra . Ebbene difronte all’ennesima strage di bambini, donne e uomini nel canale di Sicilia, è arrivata l’ora di mettere da parte ogni “ma..” o ogni “se ..”e assumere una posizione netta e chiara : un uomo, nel vero senso e valore del termine non può volgere lo sguardo altrove, ed un politico a livello nazionale o locale, nel vero senso e valore del termine, non può farne motivo di battaglia politica per racimolare qualche voto in più. In questo ultimo caso il termine più appropriato sarebbe “avvoltoio”, per usare un comodo eufemismo, perché in mente mi frulla qualche appellativo meno elegante. E poi con inganno, parla sempre chi dovrebbe pensarci mille volte prima di sparare cazzate: partiti e personaggi politici con tanti scheletri nell’armadio che s’accaniscono contro gli immigrati, come se fossero il principale problema dell’Italia, e nulla proferiscono su interventi per risolvere la crisi economica, corruzione, abolizione degli enti inutili ,sprechi della politica. Semplice ma abominevole prendersela coi più deboli!!!!

continua a leggere

I massimi sistemi

Salotto di campagnaNel nostro salotto di campagna, io e mia nipote discutiamo dei massimi sistemi filosofici ed esistenziali: colore dei quaderni, utilità o meno della geometria, il negozio ove acquistare lo smalto a prezzo più conveniente…

Tristezza per il Nepal

11161357_10205473556791427_5932522129418175442_nChi almeno una volta nella vita, non ha mai pensato di fare armi e bagagli e andar via nel suo paese dei sogni? Io si più di una volta e sempre come unica meta il Nepal per i suoi colori, mitezza, cultura, paesaggi, genuinità. Conservo ancora con tanta cura ed affetto una sciarpa di lana bianconera nepalese con le tasche, regalatami più di 10 anni fa ed ormai ridotta ad una scola-maccheroni. Non so il perché vi sia capitata una così immane, ingiusta, terribile tragedia, ma vi prego resistete, amici del Nepal!