crescente-pontillo-golino-336x250Ad un mese dalle dimissioni del Consigliere di maggioranza Marcella Alberico, il Sindaco Angelo Crescente prosegue indisturbato nella sua inattività amministrativa come se nulla fosse accaduto. Ma andiamo per ordine. L’assessore all’istruzione e alla cultura Alberico entra in giunta a fine giugno e fin da subito sembra non instaurarsi il giusto feeling con i suoi compagni di viaggio, infatti, a pochi giorni dalla sua nomina viene deliberata la programmazione estiva del “summer village”, ma con un colpo di coda l’assessore, responsabile del ramo cultura, viene completamente bypassata.

Al netto dei consigli comunali svolti fino ad oggi, non risultano interventi significativi della Alberico, ma la sua elezione di sicuro crea non pochi problemi, tanto per fare un esempio all’ex assessore ai rifiuti (rimasto senza trono e senza corona) e quindi al sindaco Crescente che somministrando pillolette indorate di dolcificante qua e lá conclude i suoi primi 100 giorni con un bilancio negativo.

Ad un mese dalle dimissioni dell’assessore il sindaco Angelo Crescente non è ancora riuscito a rimodulare la sua squadra di governo, trovando un equilibrio all’interno della sua maggioranza che sia in grado di dare stabilità al paese. Il mancato senso di responsabilità politica, nel garantire i servizi essenziali per i cittadini, evidenzia tutte le fragilità di un’amministrazione frutto di una arida somma algebrica, senza una linea programmatica definita che faccia da collante tra istituzioni e società civile. Forse per questo motivo il Sindaco trova il tempo di entrare nelle questioni interne al PD, invece di nominare quanto prima l’assessore alla cultura. E’ chiaro che

non possiamo permetterci il lusso di non dare ai nostri bambini un punto di riferimento solido, che stabilisca, attraverso le linee di indirizzo e controllo, un percorso necessario per la loro crescita ed il loro futuro.

Chiediamo pubblicamente al Sindaco Crescente di sciogliere quanto prima questa riserva.

Una settimana, un mese, un giorno? Ci dica chiaramente quanto tempo gli occorre per far ripartire la macchina amministrativa! perché i cittadini hanno bisogno di risposte tempestive e non sono assolutamente interessati alle frizioni interne di una maggioranza composta da nani, giullari e prestigiatori.

Cogliamo l’occasione per augurare una buona guarigione a Marcella Alberico.