A UN PAPAVERO ROSSO

1-praterieLa paura squarcia dall’alto in basso il mio animo,

le mie mani gelidano,

il sole non riesce ad accarezzare il mio viso.

Ieri mattina avremmo dovuto incontrarci ma una

telefonata,

spezzando un sonno dal sapore prelibato per le

tante notti insonni,

risvegliava bruscamente, sballottava e infine rag-

gelava il mio cuore ancora assopito.

La mia amica, con un vestitino a petalo di marghe-

rita che avvolge il prorompente decolté con ele-

ganza e i quotidiani vasi di fiori di campo sul tavolo

della cucina,

continua a leggere