Storia a lieto fine per la piccola Wendy, la cagnetta che circa 2 mesi fa aveva vegliato per due giorni interi il suo padrone, morto per infarto mentre era seduto su una sedia in cucina e ritrovato solo molte ore dopo. Rimasta orfana e senza casa, era stata affidata dai carabinieri al rifugio “Fido amico mio” portando con sé i segni evidenti del dolore vissuto. I primi giorni Wendy non mangiava, piangeva e desiderava solo stare in compagnia delle persone. Solo grazie all’amore di un’educatrice che l’ha riempita di coccole e attenzioni al rifugio e casa sua, Wendy ha ripreso a vivere. Ed è proprio lei che stamani è scoppiata in lacrime quando Angela, una gentilissima signora di Roma insieme al suo compagno, dopo essersi inteneriti dinanzi alla sua storia e ai suoi occhi ,  hanno pagato la sterilizzazione, il vaccino e adottato la piccola Wendy. Ci fa tanto piacere per Wendy e speriamo che l’epilogo felice della sua vicenda sia di buon auspicio per tanti altri pelosi. Fortunatamente arrivano segnali positivi. “Siamo molto contenti-spiegano i responsabili del rifugio- che in un periodo tristemente segnato dall’abbandono dei cani, noi continuiamo ad avere richieste di adozione da tutta Italia. La prossima settimana giungeranno da Modena per adottare qualcuno dei nostri pelosi”.