antimo ferraro large Con 11 voti a favore e 10 contrari il sindaco salta lo scoglio del bilancio. Decisive le assenze di GianBattista Valentino per gravi problemi familiari e Carmen Foglia, mentre Antimo Ferraro prima sferra un duro attacco al sindaco, poi si astiene su alcun punti e infine vota a favore del documento contabile. L’ex coordinatore del Pdl ed uno dei candidati in lizza alla carica di sindaco alle ultime consultazioni amministrative,  avverte però il sindaco che “se entro gennaio non attuerà il programma, passerà tra le file dell’opposizione”. Non sono mancate sorprese in questa serata a dir poco infuocata: i 3 consiglieri di Fratelli d’Italia (Tartaglione Giuseppe, Tommaso Acconcia e Danila Trombetta) si collocano all’opposizione, Giuseppe Rivellini di Società Civile Italiana si astiene mentre Maria Delle Curti non ha preso parte al consiglio comunale. L’assenza della nipote del dottor Domenico Delle Curti è senz’altro da imputare al mancato accoglimento delle sue richieste da parte del sindaco. Pochi giorni fa , infatti attraverso il gruppo civico “Per Marcianise” aveva dichiarato: “ La crisi al comune di Marcianise, determinata dallo scollamento e dallo scollegamento del sindaco dai gruppi che hanno sostenuto la sua candidatura e poi la sua elezione, ha creato disagi e disservizi tali da non poter essere risolti con una riunione datata 2 settembre, con all’ordine del giorno: bilancio di previsione 2015! In particolare, nella presente, abbiamo rappresentato le nostre perplessità al Sindaco in maniera chiara e trasparente DELLE-CURTI-LETIZIAproponendo una soluzione che possa dare una svolta alla insopportabile inerzia di questi tempi. Riportiamo di seguito un estratto di quanto riferito alla presenza dei vari gruppi : “Signor Sindaco noi non ci stiamo! E’ un modo di fare politica che non ci appartiene. Nonostante ciò siamo disponibili, nell’esclusivo interesse della città, a votare un “bilancio tecnico” alla sola condizione che questo venga accompagnato da un valido progetto amministrativo per i prossimi sei mesi realizzato da una giunta di esperti, MARCIANISANI, slegati dai partiti e sostenuta da consiglieri e partiti di “buona volontà”. Alla scadenza di tale tempistica, ovverosia in primavera, procederemo ad una verifica seria e attenta circa i risultati conseguiti e in relazione a questa decidere le sorti dell’attuale amministrazione e del relativo consiglio scegliendo tra il prosieguo o il doveroso ritorno alle urne.” Stasera col suo voto favorevole al bilancio anche Filomena Letizia ha sancito il suo divorzio da Centro Democratico di Pino Riccio che proprio ieri  aveva rivolto un un accorato appello a tutti i consiglieri comunali di Marcianise affinché ponessero fine all’ insignificante e disastrosa attività Amministrativa capeggiata dal duo ACCINNI-DE ANGELIS votando contro il BILANCIO “TECNICO . “ In particolare –aveva aggiunto il segretario provinciale di Centro Democratico- mi rivolgo a quei consiglieri che in occasione delle ultime elezioni regionali, riconoscendo fallimentari le azioni politiche del Centrodestra, anche a livello locale, hanno scelto di sostenere il Centrosinistra consegnandogli la guida della Regione Campania. Se così non fosse-aveva concluso Riccio-allora devo ammettere pubblicamente di aver commesso un clamoroso errore di valutazione nel riporre fiducia in soggetti che evidentemente hanno utilizzato Centro Democratico e la coalizione del Centrosinistra per fini ed ambizioni esclusivamente personali. In tal caso non mi resta che chiedere Scusa ai nostri elettori ma soprattutto alla città”!