1COMUNICATO STAMPA -Filippo Topo è il candidato sostenuto dall’unico Pd di Capodrise. E’ questo il messaggio del senatore Franco Mirabelli, commissario provinciale del Partito Democratico, durante un pubblico comizio della lista n° 3 “Unione Democratica per Capodrise”, svoltosi ieri in largo Modigliani. Un incontro, sul tema dei finanziamenti europei, a cui ha preso parte anche l’eurodeputata Pina Picierno proprio a testimoniare la compattezza del Partito Democratico che si stringe intorno al medico ed alla lista in cui i democrati sono rappresentati.

2“Topo è sostenuto dal Pd perchè abbiamo voluto le primarie e lui le ha vinte – ha ribadito Mirabelli – Siamo un partito serio, non prendiamo in giro gli elettori che hanno scelto il loro candidato sindaco. Chi ha fatto scelte diverse non è più parte del Pd. Le persone che fanno parte di questa lista danno credibilità a questo progetto con cui crediamo si possa mettere in atto una politica nuova, anche un po’ eversiva: una politica che mette al primo posto l’interesse dei cittadini e non quello verso gli affari propri. Questo è il vero cambiamento – ha concluso – e il punto su cui si sono impegnati i candidati della lista Unione Democratica per Capodrise e le forze politiche che la sostengono”.
“Topo è stato scelto da voi – ha sottolineato Pina Picierno – Siamo il partito democratico e per noi l’indicazione che ci avete dato è sacra. Non si può fare come il bambino che quando perde si porta via il pallone. Con questo progetto – ha aggiunto l’eurodeputata – ci impegnamo a governare la città dopo anni di immobilismo. Nessuno impedisce ad un sindaco sfiduciato dalla propria maggioranza di ripresentarsi alle elezioni ma per fortuna esiste la politica che serve ad evitare che questo accada. Bisogna fare squadra e siamo consapevoli che con il filo diretto con il governo centrale e quello regionale a Capodrise si può cambiare verso, garantire un futuro a questa comunità ed uscire dalle sabbie mobili in cui si trova oggi impantanata. Impegnamoci tutti, con Filippo Topo siamo tutti candidati a sindaco della città”.
3Ed a chiudere l’appuntamento di largo Modigliani è stato proprio l’aspirante fascia tricolore capodrisana. “Qualcuno mi accusa di essere straniero – ha detto Filippo Topo – E’ ridicolo. Forse non sanno che vivo a Capodrise da 16 anni ed ho a cuore le sorti solo di questa comunità. La nostra politica è in mezzo a voi perché è così che si fa politica, ascoltando i bisogni e le esigenze di chi vive il territorio e proponendo soluzioni concrete che partano dall’ordinario fino alle grandi opere. Sappiamo che le casse comunali sono vuote ma che grazie ai fondi europei e regionali che noi saremo in grado di intercettare porteremo avanti i nostri 4progetti. Cominceremo dallo stadio che da 4 anni è una cattedrale nel deserto. E’ necessario trovare fondi per ristrutturarlo e restituirlo ai cittadini nuovamente: bisogna riportare il calcio a Capodrise per la sua valenza aggregativa e sociale. Le periferie – prosegue Topo – necessitano di attenzione e di servizi essenziali, dalla pubblica illuminazione all’ampliamento della videosorveglianza e siamo pronti ad impegnarci per riqualificare queste aree. Creeremo una consulta per i disabili perché per noi la tutela delle fasce deboli rappresenta una priorità. Anziani e bambini saranno al vertice delle nostre attenzioni. Bisogna restituire la dignità a tutti i cittadini – ha concluso Topo – e sappiamo che con questa squadra sarà tutta un’altra storia dopo il 5 giugno”.