Siamo diversi anche dinanzi alla morte

orlando-300x202Che non siamo tutti uguali, è una triste ma inconfutabile realtà con la quale, nolenti o volenti, bisogna fare i conti. Ogni giorno, nonostante il sacrificio, l’amore, l’abnegazione di tanti missionari e associazioni di volontariato, decine e decine di bambini continuano a morire per una semplice influenza o mancanza d’acqua, mentre nei paesi ricchi i loro coetanei hanno l’imbarazzo della scelta tra l’ultima merendina di questa o quella marca e non hanno dove dormire perché la camera da letto è sommersa di giocattoli.

Ogni giorno c’è il ragazzo col dramma della scelta tra l’ultimo modello d’auto decappottabile e il suo vicino di casa che non ha i soldi per acquistare i libri universitari. Ogni giorno c’è chi supera l’esame senza proferire parola, solo perché è figlio di Tizio o Caio, mentre il povero cristo senza santi in paradiso, sebbene abbia sgobbato per mesi interi sui libri, viene mandato a casa alla prima domanda.

continua a leggere