“Marcianisano Doc”, sabato 1 ottobre ore 18.00 nuova presentazione del libro di Alessandro Tartaglione all’Associazione Polizia di Stato Marcianise

 

Sabato 1 Ottobre 2022, alle ore 18.00, in Piazza Umberto I, si terrà la presentazione del libro di Alessandro Tartaglione “Marcianisano Doc” edito da Wood & Stein. Dopo il partecipato evento dello scorso 11 giugno, e dopo il grande successo di vendite del volume, in Italia ed all’estero, l’autore sarà ospite dell’Associazione Polizia di Stato sezione di Marcianise. Introdurrà la serata Giuseppe Santillo (Anps Marcianise). Partecipano all’evento Luciano Restivo (autore della prefazione al libro) e Gepy Scognamiglio (attore). Modera il dibattito Flavia Trombetta (giornalista). Al termine del dibattito l’autore sarà disponibile per il firmacopie.

 

A 12 anni dal suo primo libro, Alessandro Tartaglione pubblica una seconda opera dedicata alla sua città patria. Il volume è diviso in due parti: nella prima sono raccolte riflessioni personali e storie riguardanti fatti e personaggi di Marcianise, già pubblicati dall’autore su varie piattaforme online; la seconda parte è costituita, invece, da storie inedite. Il libro è il frutto di un lungo e scrupoloso studio fatto di ricerca e consultazione di documenti oltre che di raccolta sul campo attraverso testimonianze dirette. Dalla lettura di questo libro viene fuori una Marcianise che sorprende e, spesso, incanta per la peculiarità dei personaggi e dei fatti narrati. Non un’operazione nostalgia, finalizzata ad idealizzare un passato glorioso che non tornerà, ma piuttosto uno stimolo alla conoscenza della storia recente affinché ispiri le donne e gli uomini del presente, soprattutto i giovani, a trovare le ragioni di un personale impegno civico a sostegno della crescita sociale e culturale della propria comunità.

 

Alessandro Tartaglione, classe 1971, è sposato e padre di 2 figli di 15 e 19 anni. Vive a Marcianise da sempre, città dove è nato e dove ha maturato le sue esperienze culturali, sociali, associative e politiche. Si è laureato, in Economia e Commercio, presso l’Università Federico II di Napoli. Ha partecipato e contribuito alla nascita di diverse associazioni di impegno sociale e culturale. Sin da giovanissimo si appassiona alla politica militando nei partiti di area progressista. È stato più volte consigliere comunale ed ha ricoperto la carica di assessore alla cultura e all’istruzione. Ha ricoperto e ricopre ruoli politici di carattere provinciale, regionale e nazionale. Iscritto all’Ordine dei Giornalisti, ha fondato e diretto testate cartacee e online tra cui Caserta News, Caffè Procope e Campania Slow. Dal 1999 lavora nell’ambito dei Beni Culturali. Attualmente è membro dello staff dell’Ufficio Stampa e Comunicazione del Parco Archeologico di Pompei. Seguendo le orme del papà Antonio, che ne fu fondatore, dal 2009 è presidente della prestigiosa Associazione Sportiva “Excelsior Boxe Marcianise” che vanta un palmarès di campioni nazionali ed olimpionici. Nell’ottobre 2010 ha pubblicato il suo primo libro “I Love Marcianise Maitant”. “Marcianisano Doc” è la sua seconda pubblicazione.

 

LO SCRITTORE MUSONE EVIDENZIA IL LEGAME TRA TROPEA E MARCIANISE

Donato Musone ha consegnato il libro “Breve Storia di Marcianise”,  approvata dal Consiglio Comunale il 3 maggio 1870 all’assessore di Tropea Greta Trecate dal momento che le due città sono unite dalla figura di  Federico Quercia , nato a Marcianise il 1824, letterato, filologo, dantista, patriota,  personaggio di spicco del Risorgimento Italiano e padre della scuola post unitaria che nel 1843 frequentò la Scuola di Filosofia di Pasquale Galluppi nato a Tropea il 1770. L’assessore Greta Trecate ha molto apprezzato l’ iniziativa di Musone, che rientra nel Progetto Cives per diffondere il patrimonio storico e culturale di Marcianise.
Nelle foto: Monumento a Pasquale Galluppi. Municipio di Tropea Donato Musone ricevuto dall’Assessore Greta Tricate.

MARCIANISE PRESENTAZIONE LIBRO ‘SENZA GUARDIA’ DELL’OLIMPIONICO VINCENZO MANGIACAPRE

Si terrà Sabato 25 Giugno alle 19 presso il Palazzo Monte dei Pegni la presentazione del libro ‘Senza guardia. Dalla strada alle Olimpiadi con la vita in pugno’ scritto da Vincenzo Mangiacapre, atleta delle Gruppo sportivo delle Fiamme Azzurre del Corpo di Polizia Penitenziaria, e da Andrea Mercurio. Oltre agli autori, interverranno il Sindaco di Marcianise Antonello Velardi e Michele De Simone, delegato provinciale Coni Caserta. Il dibattito sarà moderato dal giornalista Lucio Bernardo.

Nel libro, edito da Baldini e Castoldi, il pugile racconta la sua lunga carriera, i successi, un bronzo europeo, un bronzo mondiale e un bronzo olimpionico, ma anche i suoi esordi, la prima giovinezza vissuta per le strade di Marcianise in anni difficili segnati dalla violenza e dalla forte presenza della criminalità organizzata.

 

‘La distanza tra Marcianise e Londra, tra la palestra Excelsior e le Olimpiadi, non si misura in chilometri, ma in incontri vinti, ed è una strada che Vincenzo Mangiacapre è intenzionato a percorrere già dal suo primo match, a quattordici anni, a cui arriva dopo una serie di incontri iniziati quando di anni ne aveva solo nove, per le strade del paese. Questi combattimenti non valgono per nessuna qualificazione, ma per lui sì, perché c’è una sola regola nella terra dei fuochi: farsi rispettare. Non con la posizione sociale, ma con l’unica lingua conosciuta nella zona, quella della violenza. Vincenzo la parla benissimo, tanto da guadagnarsi la fiducia e l’ammirazione dei capi clan, pericolosi personaggi della criminalità locale, finendo invischiato in vicende che gli costano l’arresto, ancora diciassettenne. Finisce al tappeto. Quando si rialza, scontata la pena, ha imparato che i colpi vanno dati, ma anche schivati, soprattutto quelli più pericolosi, a costo di sparire. Dalla strada, a cui preferisce la palestra, e sul ring, dove Patrizio Oliva lo ribattezza «il Matrix del pugilato», per la rapidità con cui scompare e riappare davanti all’avversario. Inizia così una nuova fase della sua vita: tra disciplina, talento, amori, delusioni, cose di tutti i giorni e traguardi eccezionali. Una storia che, in questo libro, non segue una suddivisione in capitoli ma in round: perché, per Vincenzo, la vita è come un incontro di boxe’.

Comunicato

 

 

 

 

 

 

 

“Marcianisano Doc”, grande riscontro tra i lettori anche dall’estero. Libro acquistabile anche su Amazon

Dopo il riscontro più che positivo avuto durante la presentazione dello scorso 11 giugno, il libro “Marcianisano Doc” di Alessandro Tartaglione sta riscontrando un grande successo anche nelle edicole e librerie di Marcianise. Da ieri, inoltre, il libro è acquistabile sulla popolare piattaforma e-commerce Amazon al seguente link: https://amzn.eu/d/id7TW3r. Sono tanti, infatti, i marcianisani residenti in altre regioni e all’estero che lo avevano richiesto e già lo stanno acquistando, approfittando della comodità di riceverlo a casa in pochi giorni. Acquistandolo su Amazon, inoltre, è possibile usufruire del Bonus Cultura 18 App o il Bonus Carta del Docente. “Sono molto contento – ha spiegato l’autore – che questo libro stia avendo un così importante riscontro tra i lettori i quali ci tengono a comunicarmelo attraverso messaggi e commenti su facebook oltre che su whatsapp. In tanti mi stanno chiedendo nuovi momenti di incontro e di confronto che ci saranno, a partire da un nuovo evento che sarà promosso dall’amministrazione comunale di Caserta attraverso l’assessorato alla Cultura del Comune capoluogo di Terra di Lavoro”.

 

A 12 anni dal suo primo libro, Alessandro Tartaglione pubblica una seconda opera dedicata alla sua città patria. Il volume è diviso in due parti: nella prima sono raccolte riflessioni personali e storie riguardanti fatti e personaggi di Marcianise, già pubblicati dall’autore su varie piattaforme online; la seconda parte è costituita, invece, da storie inedite. Il libro è il frutto di un lungo e scrupoloso studio fatto di ricerca e consultazione di documenti oltre che di raccolta sul campo attraverso testimonianze dirette. Dalla lettura di questo libro viene fuori una Marcianise che sorprende e, spesso, incanta per la peculiarità dei personaggi e dei fatti narrati. Non un’operazione nostalgia, finalizzata ad idealizzare un passato glorioso che non tornerà, ma piuttosto uno stimolo alla conoscenza della storia recente affinché ispiri le donne e gli uomini del presente, soprattutto i giovani, a trovare le ragioni di un personale impegno civico a sostegno della crescita sociale e culturale della propria comunità.

 

Comunicato