MARCIANISE: SABATO 25 GIUGNO A “PUZZANIELLO” “PROFONDE RADICI”, MOSTRA DI ATTREZZI, FOTO E VIDEO DELLA LaVORAZIONE DELLA CANAPA, BALLI E PIATTI TIPICI

Ricco il carnet di appuntamenti promosso per sabato, 25 giugno alle 18, sul sagrato della chiesa nel rione San Giuliano dall’associazione socio-culturale “Campania Felix” per rivivere la grande tradizione contadina, in un clima di allegria e spensieratezza.

 

A Marcianise sta per iniziare il “Nise Art Festival”, cinque eventi diversi che spaziano su vari generi. Da Lucio Battisti al jazz, passando per il concerto della Nato a Morricone fino a Pino Daniele

Dopo l’annuncio ufficiale della “nascita” del “Nise Art Festival” arriva anche il calendario degli eventi. Ufficializzati i cinque eventi che animeranno la kermesse, da un’idea del Maestro Antonio Gentile, musicista di Marcianise nonché docente. Si comincia giovedì prossimo 16 giugno con la “Part-Time Band” che “incontra” Lucio Battisti, appuntamento alle ore 21,30 al Palazzo della Cultura di Via Duomo. Si cambia genere ma la location è la stessa e l’orario resta invariato, ad esibirsi sarà la Traditional Jazz Society in “A night with Satchmo & Ella” venerdì 17 giugno. Il festival prosegue poi martedì 21 giugno con il concerto della U.S. Naval Force Europe and Africa/Allied Forces Band, la Banda della Nato si esibirà dalle ore 21 in Piazza Carità. Durante questa serata inoltre in occasione di questo storico 35° anniversario, l’organizzazione Filatelica di Poste Italiane ha emesso un bollo speciale che timbrerà le cartoline ricordo del Nise Art Festival direttamente dal box di Poste Italiane ubicato straordinariamente in piazza Carità. Dal giorno seguente il bollo speciale verrà custodito al Museo Storico Nazionale delle Poste e Telecomunicazioni di Roma. Mercoledì 22 giugno sarà la volta di Nello Salza ed il suo quartetto con un omaggio ad Ennio Morricone, la tromba del cinema italiano si esibirà a Via Marchesiello nella Ztl predisposta nel centro storico. Chiuderà la manifestazione il trio di Nello Daniele con “Mi racconto e canto omaggiando anche Pino”, il celebre fratello d’arte si esibirà venerdì 24 giugno nello slargo tra Via Marchesiello e Via Mundo sempre nella Ztl del centro storico marcianisano. Tutti gli eventi sono gratuiti.

L’idea di questa prima edizione è spiegata dallo stesso direttore artistico Antonio Gentile “L’otto maggio del 1987 l’Associazione Musicale “F. Marchesiello” – Città di Marcianise, costituita da circa un anno, sotto la guida del Maestro-Direttore Tommaso Gentile, mio padre, si presentava alla Città per la sua prima esibizione musicale pubblica. Tante giovanissime e giovanissimi hanno arricchito la storia di questa Associazione, contribuendo a successi importanti risuonati anche fuori dalle mura cittadine e giungendo anche al piccolo schermo. L’Associazione è stata fiore all’occhiello di tutta la Città e presente quotidianamente sul panorama provinciale, nonché una “palestra” per tanti, anche di spessore importante, che hanno intrapreso la carriera da musicista, facendone di quest’Arte un sostegno primario e indispensabile. Negli anni la vita statutaria, come per ogni cosa avviene, si è modificata fino ad arrivare anche a questa nuova denominazione, conservando però stretta la Storia, i nomi delle varie formazioni che la compongono, degli insegnanti che hanno messo a disposizione la loro preparazione e la loro esperienza, i successi, le gioie ed anche i dolori che l’hanno caratterizzata e soprattutto le persone che l’hanno frequentata; i bambini di allora poi diventati giovani, oggi adulti e, di quanti già sono nati al Cielo, ma che con ogni proprio ruolo hanno contribuito alla crescita culturale e sociale dell’Associazione. Ne assumo la direzione artistica nell’anno 2008. Per questo importante traguardo, 35° anniversario, ho ideato l’istituzione di un Festival della Cultura, con la speranza di riproporlo negli anni, sicuramente migliorandolo e accettando, ascoltando e valutando le vostre importanti critiche che saranno per me costruttive e motivo di arricchimento per un ancor più crescita sana. Ringrazio ogni componente questa Associazione per la stima accordatami, per la fiducia e soprattutto per la collaborazione che non fanno mai mancarmi. A tutti dico: possa essere anche questa iniziativa lo sprono a poter guardare sempre più alle Arti, affinché possano accrescere in ognuno una sana identità culturale. Buon Festival!”.  L’evento infatti vuole essere un riferimento locale ma anche provinciale il cui intento è la promozione della musica fatta di livello ma allo stesso tempo della cultura a 360 gradi, per questo motivo tutti sono invitati a prendere parte ed a godere della variegata musica messa a disposizione grazie a questo importante cartellone di eventi.

 

 

CAPODRISE: GRANDE PARTECIPAZIONE AL DIBATTITO DANTE vs DOSTOEVSKIJ l’inferno & l’inconscio

Pienone per il dialogo con Tommaso Zarillo, moderato dall’ex sindaco Angelo Crescente, nell’aula consiliare di Capodrise, per affermare la cultura come  come ponte per costruire la pace tra i popoli. In tanti non hanno voluto perdere l’occasione per cogliere gli evidenti e forti punti di contatto tra  DANTE e. DOSTOEVSKIJ. “Entrambi-ha spiegato Zarillo- sono vittime del loro contesto storico, ma hanno la capacità unica di trasformare la loro infelice condizione in drammi universali. I percorsi di entrambi partono dal male, dalla disperazione per giungere alla salvezza”. Tommaso Zarillo è autore del libro  “La Commedia di Dante”, nato dagli studi personali svolti sulla Commedia nel corso degli anni. Esso è articolato in una prima parte relativa alle ragioni storiche, politiche, religiose e sociali, alle vicende personali ispiratrici del poema, alla sua genesi e struttura; una seconda parte, molto più ampia, relativa al viaggio drammatico dantesco attraverso i tre regni oltremondani. È chiuso da un capitolo dedicato al dubbio, così diffuso nell’opera e che ne costituisce l’anima e la dialettica. Quello dantesco è un dubbio costruttivo; libera le idee da preconcetti assolutismi e da indiscutibili assiomi ed interviene nelle questioni per riaprirle, chiarirle, ma anche per tenerle aperte per quelli che verranno dopo. Il testo sottolinea la funzione di Dante pellegrino e la sua utopia di una rigenerazione morale dell’umanità. Il tutto esaltato da quel miracolo linguistico, che conferisce all’opera una forza comunicativa, grazie all’uso di registri linguistici, che abbracciano quelli popolari, medi ed elevati.

BAGNO DI FOLLA PER LA PRESENTAZIONE DEL LIBRO “MARCIANISANO DOC” DI ALESSANDRO TARTAGLIONE (GUARDA VIDEO E FOTO)

“Centro Ave Maria – Oratorio Parrocchia Annunziata”, gremito per la secomda opera di Alessandro Tartaglione , che nella prima parte raccoglie  riflessioni personali e storie riguardanti fatti e personaggi di Marcianise, mentre nell’altra sono presenti storie inedite. Tanti amici, familiari e compagni di partito alla prima uscita pubblica di “Marcianisano Doc”, da giovedì scorso nelle edicole e nelle librerie di Marcianise oltre che su Amazon. Insieme a Tartaglione sono intervenuti Luciano Restivo (che ha curato la prefazione al libro), Antonio Benforte (giornalista e scrittore), Maria Luigia Iodice (consigliere regionale). A moderare la discussione la giornalista Flavia Trombetta. Hanno letto alcuni brani del libro Raffaele Patti (attore e regista), Gabriele Russo (attore e regista), Rosaria Fantini (attrice). Le letture sono state  accompagnate dalla chitarra di Salvatore Fuschetti. Alessandro tartaglione ha già pubblicato un altro libro “I love Marcianise maitant”, è stato assesore comunale ed attualmente oltre a ricoprire la carica di consigliere comunale,  è  coordinatore provinciale di Mdp- Articolo Uno. QUI DI SEGUITO FOTO E   VIDEO:

continua a leggere