“La mia lotta contro le discriminazioni è ormai il mio pane quotidiano”

vincenzoLo scrittore marcianisano Vincenzo Restivo si racconta in un’intervista al nostro blog.
1) Come e quando nasce la passione per la scrittura?

Credo che avessi più o meno dodici anni, quando riesumai una vecchia Olivetti di mia mamma. Ricordo ancora la valigetta nera e il fatto che la portassi ovunque andassi. Anche al mare. All’epoca avevo pochissimi amici, o non ne avevo affatto. Scrivere occupava le mie giornate e a me piaceva, andava più che bene. Scoprii che in qualche modo, scrivendo, potevo essere chiunque desiderassi, vivere quante vite volessi, avere tutti gli amici che avessi mai sognato. In quegli anni, stesi i miei primi raccontini e ce ne fu uno pubblicato anche sul vecchio “Dossetti” di Marcianise,

continua a leggere