“LA MARCIANISE CHE VORREI”: DOMENICO MORIELLO VUOLE UNA CITTA’ PIU’ ATTIVA, PARTECIPE, NON INCLINE A FAVORITISMI E PERSONALISMI

Caro Michele, ho accettato con piacere il tuo invito ad esprimere un pensiero sulla “città che vorrei”, anche se toglierei il condizionale per esprimere un mio pensiero al presente “voglio”, perché il vorrei mi sa tanto di un qualcosa che si rincorre sempre con la speranza che posso realizzarsi.

Da cittadino che opera molto nel sociale, osservo una città poco attiva e partecipe alla vita pubblica e molto incline al favoritismo ed ai personalismi. Cittadini partecipi e consapevoli, sono

Continua ➡️“LA MARCIANISE CHE VORREI”: DOMENICO MORIELLO VUOLE UNA CITTA’ PIU’ ATTIVA, PARTECIPE, NON INCLINE A FAVORITISMI E PERSONALISMI

“LA MARCIANISE CHE VORREI”: TOMMASO NICOLO’ VUOLE UNA CITTA’ CHE TROVI NELLA PAROLA GIOVANI IL SINONIMO DI RILANCIO CON TE

La Marcianise che vorrei è una città che trovi nella parola giovani il sinonimo di rilancio.

Ho da sempre guardato alla mia città come un insegnate che osserva rammaricato un alunno dotato ma poco volenteroso.

Una città ricca di potenzialità troppo spesso mal gestite o poco valorizzate. Sono convinto però, che se si passasse attraverso l’ascolto delle esigenze dei giovani si potrebbe trovare la giusta chiave di lettura per una rinascita cittadina. Ci tengo a precisare che,

Continua ➡️“LA MARCIANISE CHE VORREI”: TOMMASO NICOLO’ VUOLE UNA CITTA’ CHE TROVI NELLA PAROLA GIOVANI IL SINONIMO DI RILANCIO CON TE

MARCIANISE AL VOTO TRA ULTRAS, INTERESSI PERSONALI E POLITICA

Incontri fuori ai bar, riunioni nelle segrete stanze tra i leader e grandi elettori, tifosi già in azione per strada e nelle piazze, selezioni di decine e decine di candidati, guerre intestine. Il mondo della politica continua a ruotare intorno a  stesso, dando l’impressione di essere più  interessato al potere che ad un rilancio della città. Ha tutti i connotati di un vivace e colorato teatrino di burattini, burattinai e marionette per ingaggiare il candidato sindaco più accomodante e

Continua ➡️MARCIANISE AL VOTO TRA ULTRAS, INTERESSI PERSONALI E POLITICA

“La Marcianise che vorrei”: Raffaele Squeglia propone di istituire il garante delle persone con disabilità

Una figura istituzionale in aiuto e sostegno a disabili, persone non autosufficienti e alle loro famiglie, un punto di riferimento per tutti. Un ufficio a disposizione del cittadino fragile, dell’anziano o della persona affetta da particolari patologie, non autosufficienti, ma anche dei loro familiari, spesso alle prese con una burocrazia ingarbugliata. Un punto di riferimento

Continua ➡️“La Marcianise che vorrei”: Raffaele Squeglia propone di istituire il garante delle persone con disabilità

CON 10 CANDIDATI A SINDACO E 6 CONSIGLIERI REGIONALI NON VINCE NESSUNO E PERDE MARCIANISE

Poche ore fa , il senato ha dato il via libera alla fiducia bis sul decreto contenente l’ election day e, salvo ripensamenti dell’ultim’ora,  si voterà il 20 e 21 settembre nei seggi allestiti presso palestre  e uffici pubblici, sempre se passerà la proposta del segretario del Pd Nicola Zingaretti. La notizia non trova affatto impreparata  la classe politica locale, che già da tempo monta, perfeziona, smonta liste, alleanze, gruppi e  sforna leader a gogo sia per le regionali che comunali.  La situazione sulle candidature regionali sembra già definita con Maria Luigia Iodice per Campania Popolare, Filippo Fecondo per Italia Viva,

Continua ➡️CON 10 CANDIDATI A SINDACO E 6 CONSIGLIERI REGIONALI NON VINCE NESSUNO E PERDE MARCIANISE